Tel. 011 8171407 segreteria@liceogioberti.it
Seleziona una pagina

Allegato B (indice del PTOF)

Le richieste degli studenti in merito alla partecipazione, alla progettazione e alla conduzione dell’attività didattica si sono configurate come un vero e proprio Statuto.

Il Collegio dei docenti ha deliberato, dopo un confronto con gli studenti, di accettare questo Statuto, che è così inserito nel P.T. O.F. dell’istituto

ART. 1

Gli studenti hanno diritto di partecipare attivamente alla didattica, in particolar modo alla programmazione del proprio piano di studi, per soddisfare in modo ottimale le esigenze dei docenti e degli studenti stessi.

Tale diritto si esplica in un confronto, nel rispetto dei programmi e della libertà di insegnamento, in sede di consigli di classe. Il Consiglio di classe nella prima seduta utile indica le modalità prevalenti di programmazione delle verifiche.
Si affida al Collegio docenti il compito di stabilire l’opportunità di prevedere verifiche programmate anche per le classi del biennio.

ART. 2

Il Collegio dei Docenti, articolato in dipartimenti disciplinari, stabilisce annualmente dei criteri di valutazione cui tutti gli insegnanti si adeguano.
Gli studenti hanno diritto sia all’esplicitazione dei criteri e delle modalità di valutazione, prima che siano inseriti nei programmi, sia al confronto sull’applicazione degli stessi al momento della formalizzazione del voto.

ART. 3

Ove previsto dal piano di lavoro, le singole classi programmano con i docenti la distribuzione del carico di studio, in modo che, se non in situazioni eccezionali, per ogni studente non si sovrappongano, nell’arco della stessa giornata, più di due verifiche, al fine di permettere una preparazione più completa nelle singole discipline.
E’ preferibile che la programmazione non preveda due verifiche scritte nella stessa giornata.
Nella eventualità che il Consiglio di classe abbia deliberato anche la pratica di interrogazioni non programmate, occorrerà tenere conto del carico derivante dalle attività programmate.