Che cos’è il Dibattito

Il dibattito regolamentato è una competizione, in cui due squadre di studenti si affrontano su un tema, secondo regole predefinite:

  • il tema (o mozione) deve essere un argomento su cui si possa discutere (che contrapponga cioè due posizioni dotate entrambe di valide motivazioni). QUI un elenco di temi dibattuti dal Gioberti o al Gioberti

 

  • la scelta della tesi da difendere (pro o contro il tema) avviene per sorteggio e non tiene conto dell’opinione dei dibattenti;

 

  • gli interventi della squadra pro e della squadra contro si alternano secondo un formato stabilito, con l’obiettivo di argomentare la propria tesi, contestare quella avversaria, replicare agli attacchi, mantenendo sempre un atteggiamento di rispetto, attenzione critica e correttezza;

                  Alcuni esempi:

                 WSDC: il format dei tornei internazionali

                 WSD: il format delle Olimpiadi italiane di Debate 

                 Patavina libertas: il protocollo della “Palestra di Botta e Risposta”

                 Ex-poni le tue idee: il format della competizione educativa di dibattito della onlus We World

 

  • gli interventi devono rispettare rigorosamente i tempi predefiniti, che sono scanditi con un campanello da un timekeeper;
  • una giuria di giudici valuta gli interventi, giudicando la capacità argomentativa, la strategia nella costruzione del discorso, la chiarezza e la persuasività, e decreta la squadra vincitrice e (a volte) il miglior oratore del dibattito.

I modelli delle schede di valutazione del WSDC e del WSD sono reperibili nella sezione “Risorse” (alla voce “Materiali utili”)

Font size
Colors